La Brigata Aeromobile “Friuli” aderisce all’iniziativa di solidarietà della Regione Emilia Romagna in favore della Protezione Civile regionale

10.420 euro donati alla Protezione Civile dell’Emilia Romagna per l’acquisto di dispositivi individuali di protezione.

Bologna, 05 Maggio 2020. Fare del bene a chi lo fa quotidianamente ed in questo momento si trova in prima linea nel contrasto al Coronavirus. Questo lo scopo della gara di solidarietà scattata qualche giorno fa nell’ambito della Brigata Aeromobile e dei suoi Reparti. In questo momento di grande crisi emergenziale infatti, anche la “Friuli”, in quanto parte integrante di un Sistema-Paese e di una comunità, ha voluto dimostrare la vicinanza alla città di Bologna e all’Emilia Romagna devolvendo una somma di denaro alla Protezione Civile nell’ambito della raccolta fondi abbinata all’iniziativa “Insieme si può” . Con questo progetto, la Regione emiliano-romagnola ha promosso la possibilità di contribuire alla gestione dell’emergenza sanitaria permettendo a chiunque di fare una donazione a sostegno della sanità regionale che, insieme alla protezione civile, sta svolgendo un lavoro straordinario nel curare le persone e nell’arginare la diffusione della pandemia.

La raccolta fondi, su base strettamente volontaria, ha visto la partecipazione degli uomini e delle donne del Comando Brigata Aeromobile “Friuli, 66° Reggimento Fanteria Aeromobile “Trieste”, 5° Reggimento AVES “Rigel”, 7° Reggimento AVES “Vega”, Reparto Comando e Supporti Tattici “Friuli” e Poligono Militare di Foce Reno. L’iniziativa ha permesso, in una settimana, di raccogliere la cifra di  10.420 euro che saranno destinati all’acquisto di dispositivi individuali di protezione consentendo al servizio sanitario e ai suoi operatori di continuare a concorrere , insieme alle altre istituzioni, al contrasto e contenimento del Covid-19.

Il Generale Stefano Lagorio a colloquio con il Governatore Stefano Bonaccini

Oggi, il Comandante della Brigata Aeromobile “Friuli”, Generale di Brigata Stefano Lagorio, alla presenza del Governatore della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, primo promotore dell’iniziativa “Insieme si può”, ha consegnato la somma raccolta, nelle mani della Dottoressa Rita Nicolini, Direttore ad interim dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione Civile a dimostrazione della vicinanza e del sostegno dell’Esercito a tutti i cittadini italiani con l’augurio che questo piccolo atto possa ancor più esaltare e consolidare il vero senso della comunità e della solidarietà sociale.

L’Esercito, fin dal primo momento in prima linea nell’azione di contrasto al Coronavirus, si sta dimostrando ogni giorno di più una Istituzione vicina al cittadino e utile al Paese in varie forme, contribuendo in maniera decisiva e generosa al contrasto della pandemia. In particolare, la Brigata Aeromobile “Friuli” , in stretto coordinamento con il Comando Forze Operative Nord di Padova, grazie agli assetti di cui dispone, contribuisce a fornire un supporto caratterizzato da elevato contenuto tecnologico e di specializzazione, al quale si affianca il servizio di controllo del territorio nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure”, che in questo particolare frangente  è stato  esteso alla verifica delle ordinanze regionali e dei decreti del Governo per la sicurezza dei cittadini.

Un impiego a tutto campo, quello scaturito dall’emergenza coronavirus, che si affianca ai compiti tradizionali, che vedono i militari della “Friuli” operare in Patria anche all’interno delle RSA piacentine e all’estero, per la difesa degli spazi euro-atlantici ed euro-mediterranei e per la realizzazione della pace e  della sicurezza internazionale.

Il Comandante della Brigata Aeromobile consegna il crest della Friuli al Governatore Bonaccini

 

Check Also

Cambio al vertice del 37° Stormo

Il Colonnello Pilota Mauro GNUTTI lascia il comando al Colonnello Pilota Moris GHIADONI Martedì 30 …

UA-113296760-1