Campagna in Nord Atlantico per Nave Cavour

Testo di Alessio Virdò

Foto Marina Militare

Prosegue la campagna di Nave Cavour in Nord Atlantico. Per la Nave Ammiraglia della Marina Militare Italiana, distintivo ottico C550, si è entrati nel pieno della campagna “Ready for Operations”, che porterà alla certificazione all’impiego operativo della versione B degli aerei Lockheed Martin F-35 Lightning II. Si tratta della variante STOVL (acronimo inglese di Short Take-Off and Vertical Landing, letteralmente in italiano decollo corto ed atterraggio verticale), destinata al Corpo dei Marines, alla Royal Navy e per l’appunto alla nostra Marina. Si tratta di un velivolo di c.d. Quinta Generazione, quindi con caratteristiche Stealth, armi alloggiate all’interno della fusoliera, estrema agilità, avionica integrata e parziale o totale capacità di mantenere una velocità da supercrociera.

Al comando del Capitano di Vascello Giancarlo Ciappina, la nave italiana è salpata il 28 gennaio dalla Stazione Navale di Taranto e dopo, una breve sosta a Rota in Spagna, ha proseguito nella sua navigazione durata in totale diciassette giorni, giungendo il 13 febbraio a Norfolk, in Virginia, nella base navale della Seconda Flotta della US Navy.

A inizio marzo la campagna è entrata nella fase più “calda” e ha visto il primo appontaggio di un velivolo di Quinta Generazione sul proprio ponte di volo. Il completamento della fase delle prove in mare “Sea Trials”, che avranno luogo in Nord Atlantico per la durata di circa quattro settimane, permetterà all’unità italiana di testare il ponte di volo e verificare gli impatti con tale tipologia di velivolo nei delicati momenti di decollo e appontaggio in diverse condizioni di assetto ed in relazione a diversi fattori quali i venti e lo stato del mare, per arrivare alla certificazione finale di “Ready for Operations”.

Il primo jet ad atterrare sul ponte di volo del Cavour era pilotato dal Maggiore Brad Leeman, dello Squadron Two-Three (VX-23), uno dei tre piloti collaudatori dell’F-35B del corpo degli US Marines che stanno decollando e appontando sulla nostra unità navale. Un secondo velivolo era pilotato dal Lieutenant Commander (Capitano di Corvetta) Barry “Baz” Pilkington della Fleet Air Arm, l’aviazione di marina della Royal Navy, a testimonianza della grande esperienza dei piloti di Sua Maestà ad operare da un’unità dotata di Ski Jump.

 

Check Also

Imbascamento GOI

Si è svolta il 22 gennaio scorso la cerimonia di consegna dei Baschi Verdi agli …

UA-113296760-1