Marina Militare: al via la terza fase della Campagna Fari 2020

La Spezia – Ieri mattina, con la partenza dalla base navale di La Spezia di Nave Tavolara, unità della classe MTF – Moto Trasporto Fari, ha preso il via la terza fase della Campagna Fari 2020, attività che la Marina Militare svolge a favore della comunità dei naviganti e finalizzata alla manutenzione dei segnalamenti galleggianti, in totale 150 mede e 25 boe, distribuiti lungo i quasi 8.000 chilometri di coste italiane isole comprese.

Durante questa terza fase, il personale della Marina Militare opererà dapprima sulle insidiose secche di Capo Bianco (isola d’Elba) per il riposizionamento di una meda elastica, la cui funzione di ausilio alla navigazione era stata compromessa da mareggiate di particolare intensità, e successivamente nelle acque antistanti le città di Livorno e La Spezia, per effettuare attività manutentive a beneficio di altri segnalamenti marittimi posizionati in quel tratto della costa tirrenica.

La Nave della Marina Militare dipendente dalla Squadra Navale (CINCNAV), nei prossimi giorni, navigherà nelle acque del Mar Tirreno Settentrionale, a supporto della Direzione Fari e Segnalamenti Marittimi del Comando Logistico della Marina Militare. Nave Tavolara, unitamente a personale tecnico del Comando Zona Fari di La Spezia e ai Palombari del Gruppo Operativo Subacquei di COMSUBIN, dovrà manutenere e riposizionare alcuni segnalamenti marittimi (mede o boe, posizionate nei pressi di canali navigabili, secche, bassi fondali, relitti o zone speciali) presenti nell’area di operazione assegnata: l’efficienza degli stessi è un requisito fondamentale per garantire la sicurezza della navigazione di tutta la comunità marittima.

(Fonte MM)

Check Also

Operazione IRINI blocca nave sospetta diretta in Libia

Violazione dell’embargo di armi, questa è la ragione per cui alle 07:00 circa dello scorso …

UA-113296760-1