Cerimonia di Cambio Comando al 60° Stormo

Testo AM

Foto Massimo Coccellato e AM

Il Col. Paolo Frare subentra al Col. Salvatore Trincone.
Mercoledì, 12 Settembre, presso l’Aeroporto Militare “A. Barbieri” di Guidonia, si è svolta la Cerimonia  di passaggio di consegne al Comando del 60° Stormo, tra il Colonnello Pilota Salvatore Trincone, Comandante uscente, ed il Colonnello Pilota Paolo Aldo Maria Frare, Comandante subentrante. La Cerimonia è stata presieduta dal Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare/3^ Regione Aerea, Generale di Squadra Aerea Umberto Baldi ed ha visto la partecipazione delle massime autorità militari, civili e religiose del territorio.

Presenti alla cerimonia le massime autorità locali fra le quali il sindaco di Guidonia, Dott. Michel Barbet, le Associazioni Combattentistiche e d’Arma rappresentate dai loro labari, simboli del legame ideale che attraverso le generazioni unisce tutti gli uomini che hanno servito in armi la patria e rappresentano un esempio al quale riferirci.

Nel suo discorso di commiato, il Col. Salvatore Trincone, ha ripercorso le fondamentali tappe che hanno caratterizzato il suo periodo di comando che ha definito “un’avventura straordinaria”. Ha inoltre ribadito come “nonostante le mille difficoltà…posso affermare che in questi due anni siamo cresciuti tantissimo. Abbiamo raggiunto i nostri obiettivi rispettando tutti gli impegni assunti e per questo ringrazio tutto il personale che con disponibilità, professionalità e spirito di abnegazione mi ha permesso di vivere un’esperienza che non dimenticherò”. Il Col. Trincone ha inoltre ricordato le attività che il personale dello Stormo ha portato avanti in questi anni “dall’attività I.A.V.A. (Incremento dell’Attività Volativa degli Allievi) a favore degli allievi dell’Accademia a Guidonia, a Grazzanise ed a Dobbiaco, l’incremento dei corsi di cultura aeronautica, l’attività di volo a favore della Scuola Militare Douhet, la certificazione di qualità, la gestione dei sedimi satelliti di Monterotondo e Tivoli Terme e l’instancabile supporto agli enti coubicati fornito dalle varie articolazioni dello Stormo”. Nel ringraziare il personale alle proprie dipendenze per il lavoro svolto ha inoltre ricordato il S.M.C. Mirko Rossi, paracadutista del 17° Stormo che lo scorso anno durante un’attività addestrativa presso l’aeroporto di Guidonia ha perso la vita.

Nel suo discorso di insediamento il Col. Paolo Frare  ha espresso il suo sincero ringraziamento per la fiducia accordatagli dal Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare, Gen. S.A. Umberto Baldi. “…questo è uno Stormo giovane, in un aeroporto che è invece uno dei sedimi che ha visto la nascita dell’Aeronautica Militare, inizialmente sede di fervente attività quale scuola di volo, poi punta di diamante, avanguardia mondiale nel campo della sperimentazione, ed ora eclettico e vibrante di attività estremamente variegate, particolari, tutte delicate ed impegnative”. Il Col. Frare ha ribadito la sua personale disponibilità “ad ascoltare e supportare, al meglio tutte le attività ed iniziative della comunità locale che ci ospita, cooperando a beneficio di tutti”. “Lavorando insieme, con dedizione, non ci sono obiettivi non raggiungibili. Disponibilità, standardizzazione ma soprattutto professionalità, sicurezza ed esempio saranno probabilmente le parole che mi sentirete menzionare più spesso e non saranno citazioni retoriche” con questo messaggio volto al personale ha concluso il suo discorso di insediamento il nuovo comandante del 60° Stormo, Col. Paolo Frare.

La cerimonia si è conclusa con il discorso del Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare/3^Regione Aerea, Gen. S.A. Umberto Baldi che ha espresso il suo vivissimo compiacimento per il lavoro svolto in questi due anni al Comandante uscente, Col. Salvatore Trincone, ed ha rivolto il suo personale augurio di buon lavoro al Comandante subentrante, Col. Paolo Frare per questo nuovo prestigioso e delicato incarico. Ha ricordato che “il 60° Stormo è un reparto unico nel suo genere poiché è l’unico ente dell’Aeronautica Militare dove sono operativi alianti, aerei ad elica e jet ed, in alcuni periodi, anche elicotteri come il TH500B”ed ha sottolineato come nel periodo di comando del Col. Salvatore Trincone “tra le molteplici attività effettuate desidero citare l’introduzione ed impiego dello Skylaunch EVO2 presso le basi aeree di Guidonia, Grazzanise e Dobbiaco…Così come è degno di menzione il conseguimento della Certificazione di Qualità AER-P-2005 ed AER-P2147 che premiano il lavoro svolto dal personale del Servizio Efficienza Aeromobili…ma soprattutto vorrei sottolineare il ruolo che lo Stormo ha assunto nell’ambito delle attività di formazione e selezione dei futuri piloti dell’Aeronautica Militare e nelle attività tese a diffondere nel Paese la cultura aeronautica”.

Ha quindi concluso con un “ben fatto dell’Aeronautica Militare e mio personale” al Col. Salvatore Trincone, un “confermare la mia piena fiducia, certo che saprà perseguire nella fattiva opera di coloro che lo hanno preceduto” al Col. Paolo Frare ed un messaggio a tutto il personale schierato: “uomini e donne del 60° Stormo, i risultati che avete conseguito in questi anni hanno confermato le vostre capacità professionali e l’attitudine ad assolvere, con affidabilità e senso del dovere, i compiti assegnati. Siate orgogliosi dei risultati raggiunti perché essi hanno contribuito a perseguire una sempre maggiore efficienza di questo Stormo e della nostra Arma Azzurra!”.

Al termine della cerimonia, tutto il personale presente, le autorità ed i gentili ospiti hanno potuto apprezzare una mostra statica di alcuni velivoli che hanno fatto la storia del 60° Stormo e dell’Aeronautica Militare.

Il 60° Stormo è alle dirette dipendenze del Comando Scuole dell’Aeronautica Militare/3^ Regione Aerea. Fra le attività del Reparto quella di formazione al volo su aliante per gli allievi della Scuola Militare “G. Douhet” e per gli allievi piloti dell’Accademia Aeronautica, l’organizzazione e gestione dei Corsi di Cultura Aeronautica che ogni anno si svolgono in alcune città italiane e sono rivolti agli studenti del triennio delle scuole superiori, l’attività di volo minima per i piloti che lavorano presso lo Stato Maggiore Aeronautica, l’attività di lanci para a favore delle Forze Speciali, attività congiunte con il centro di Aerocooperazione ed attività di trasporto e collegamento.

Check Also

Avvicendamento al vertice presso l’Aeroporto “U.Niutta” di Capodichino

Il Colonnello Ferramondo subentra al Colonnello Levante Mercoledì 12 settembre, presso il Comando Aeroporto “U.Niutta” …

UA-113296760-1