La Scuola Specialisti di Caserta

Testo e foto di Guglielmo Guglielmi

Dopo la nascita della nostra Aeronautica Militare il 23 marzo del 1923 ci si rese conto che oltre ad addestrare i piloti era necessario avere tecnici motoristi altamente preparati. Così nacque nel 1924 la Scuola Specializzati dell’Arma Aeronautica organizzata su due basi, Roma e Capua in provincia di Caserta.

Cinque anni dopo la sede di Roma venne trasferita a Napoli Capodichino mentre rimase pienamente attiva quella di Capua. Nello stesso tempo, aumentando le esigenze della Forza Armata, a Capua al corso per motoristi furono aggiunti quelli per montatori, armieri e fotografi mentre a Napoli cominciarono ad essere addestrati radioelettricisti e aerologisti.

Nel corso degli anni la denominazione della Scuola è cambiata varie volte:

  • ·Scuola Specialisti Arma Aeronautica (1931) su Capua e Capodichino;
  • · Scuola Specialisti della Regia Aeronautica di Capua e Scuola Specialisti della Regia Aeronautica a Capodichino     (1938);
  • ·Scuola Specialisti (1948) a Caserta.

Proprio nel 1948 la sede della a Scuola Specialisti viene spostata nella Reggia di Caserta, lì dove erano state ospitate la Scuola Sottufficiali dell’Esercito dal 1888 al 1895, l’Accademia della Guardia di Finanza dal 1896 al 1925 e soprattutto l’Accademia Aeronautica dal 1926 al 1943.

Nel 1979, riunificando anche le Scuole di Taranto e Macerata (che si occupavano della formazione del personale amministrativo), l’Istituto assunse la denominazione di Scuola Sottufficiali A.M. con la piena responsabilità della formazione di tutti i Sottufficiali dell’Arma Azzurra.

Nel febbraio del 2000, la Scuola divenne Divisione Formazione Sottufficiali e Truppa –Scuola Sottufficiali A.M con compiti di reclutamento, formazione, addestramento, aggiornamento e riconversione professionale di tutto il personale non direttivo di Forza Armata.

Dal 1° novembre 2007, nel quadro di una progressiva ristrutturazione e trasformazione dell’Aeronautica Militare, la Divisione Formazione Sottufficiali e Truppa – Scuola Sottufficiali A.M. è stata riorganizzata in Scuola Specialisti A.M..

La Scuola Specialisti di Caserta dipende gerarchicamente dal Comando Scuole/3^ Regione Aerea di Bari ed è intitolata dal 1957 al  al Capitano Specialista Fotografo Mario ANELLI insignito della Medaglia d’Oro al Valor Militare (alla memoria) con la seguente motivazione: “Ufficiale fotografo di eccezionale abilità, cinque volte decorato al valore, in tre campagne combattute su tutti i fronti in cui l’Ala italiana fu chiamata ad operare, dimostrò come gli specialisti dell’Arma sanno unire alle doti professionali le più alte virtù militari. Volontario entusiasta nelle imprese più rischiose, assicurò sempre ai propri comandi preziose documentazioni fotografiche sul nemico e sulla azione dei nostri reparti, conseguendo ognora risultati di particolare utilità bellica. In una audace missione contro unità navali avversarie, alla quale aveva insistentemente chiesto di partecipare, nell’intento di poter ancora una volta documentare la gloriosa attività dei reparti operanti, sotto il violento fuoco contraereo avversario e i ripetuti attacchi della caccia nemica, lasciava la macchina da presa e prendeva posto alle armi da bordo. Colpito da raffiche nemiche, pur avendo l’apparecchio in fiamme, continuava a dirigere il fuoco della mitragliatrice contro i velivoli assalitori, finché sopraffatto nell’impari lotta precipitava in mare. Cielo del Mediterraneo Orientale

24 giugno 1941″.

Compiti e corsi

La Scuola Specialisti Aeronautica Militare provvede alla formazione militare, culturale, tecnico-professionale e morale degli Specialisti (Frequentatori Corso Sergenti, Volontari di Truppa in servizio permanente) destinati ad essere impiegati presso i Reparti dell’Aeronautica Militare, nondimeno quella del personale dell’A.M. interessato ad un processo di riqualificazione/riconversione professionale nonché del personale Manutentore di Aeromobili legato all’assistenza dei mezzi aerei di altre Forze Armate, Corpi Armati dello Stato e Forze di Polizia.

Il corpo docente è composto da: formatori militari e civili dell’Amministrazione Difesa e non. I corsi che vengono tenuti sono:

• Corso per l’immissione nel Ruolo dei Sergenti

•Corsi di Categoria/Specialità per Volontari di Truppa in Servizio Permanente (VSP) Sergenti ovvero:

per la Categoria  OPERAZIONI le Specialità:

  • – Antincendi
  • – Controllo Spazio Aereo e Meteorologia
  • – Forze di Protezione e Speciali
  •  – Informazioni e Operazioni Cibernetiche

per la Categoria  SUPPORTO le Specialità:

  •  – Informatica e Cibernetica
  •  – Manutenzione Aeromobili (MTM-B1)
  •  – Manutenzione Aeromobili (MTA-B2)
  •  – Manutenzione Aeromobili (Arm.Aereo)
  •  – Manutenzione Tecnica
  •  – Servizi di Amministrazione
  •  – Tecnologie Elettroniche Avanzate
  •  – Corsi di Riconversione per il personale non direttivo dell’A.M., proveniente da altre categorie/specialità e            interessato ad un processo di riqualificazione/riconversione professionale;
  •  – Corsi per Manutentore di Aeromobili per la formazione sia di Ufficiali e Funzionari, quali Responsabili               Tecnici, sia di Specialisti delle altre F.AA., Corpi Armati e non dello Stato nonché personale di FF.AA. estere;
  •  – Corsi di specialità per Operatori di Bordo;
  •  – Corsi di specialità, destinati al personale militare da riconvertire nella Categoria Servizi di Amministrazione;
  •  – Corso di formazione militare per il Ruolo Musicisti allo scopo di conferire un’adeguata formazione militare al personale della Banda Musicale dell’A. M. vincitore di apposito concorso;
  • – Corsi di qualifica “Personale” destinati al personale non direttivo appartenente alla Categoria Servizi di Amministrazione;
  • – Corsi per personale di nazionalità straniera secondo le indicazioni dello Stato Maggiore della Difesa;
  • – Ulteriori corsi stabiliti dalle Superiori Autorità.

Sono previsti “stage” presso i Reparti operativi per permettere ai frequentatori di vedere sul campo ciò che apprendono alla Scuola.

Al termine degli esami finali del corso, conseguita l’idoneità in tutte le materie previste dal piano degli studi, i frequentatori del Corso Sergenti sono inseriti in ruolo e successivamente seguono il Corso di categoria per Sergenti.

I frequentatori del corso per Volontari di Truppa in servizio permanente e quelli dei corsi di riconversione, al termine del relativo corso, dovranno aver acquisito l’adeguata preparazione di base per essere impiegati secondo le necessità della F.A. e per affrontare gli eventuali corsi di specializzazione/qualificazione professionale.

Nel febbraio 2014, la Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità ha rilasciato alla Scuola la certificazione quale Ente di formazione dei “Manutentori di Aeromobili” militari e/o suoi componenti, consentendo così alla Scuola la possibilità di rilasciare la relativa Licenza e/o Brevetto (LMA – Licenza/Brevetto Manutentore Aeromobili) in aderenza alla Normativa di ARMAEREO, AER(EP).P-2147.

Inoltre, la Scuola Specialisti AM, nel febbraio 2017, ha acquisito l’Attestato di Qualità Gestionale in aderenza alle normative previste (Modello di Forza Armata UIM 002 – conforme ISO 9001:2015).

La formazione dei frequentatori comprende anche una serie di attività aggiuntive. Tra queste lo sport assume una rilevanza fondamentale, con apprezzabili risultati che incidono sulla formazione psicofisica del personale.

Attualmente sono in svolgimento i seguenti corsi:

  • 5° Corso di Specialità Manutenzione Aeromobili per Sergenti, con 105 frequentatori (95 uomini e 5 donne);
  • 1° Corso Riconversione Categoria Supporto – Manutenzione Aeromobili con 13 frequentatori (13 uomini);
  • 4° Corso Riconversione Servizi di Amministrazione  con 37 frequentatori (34 uomini e 3 donne);
  • 17°e 18° Corso di Specialità per VSP – Volontari in Servizio Permanente con 321 frequentatori (289 uomini e 32 donne)
  • 11° Corso Manutentori Aeromobili AFA (Altre Forze Armate) con membri della Guardia di Finanza (9 uomini e 1 donna) e 7 componenti della Polizia di Stato;
  • 15°e 16° VSP Corso di Qualifica Armamento per Manutenzione Aeromobili con 12 frequentatori (10 uomini e 2 donne).
Razzo Sonda

La struttura

Attualmente la Scuola è organizzata su due aree, una nella Reggia di Caserta, che ospita il Comando, gli uffici, parte delle aule e l’attrezzatissima tipografia (dedicata alla pubblicazione del materiale didattico della Scuola), ed un’altra nella cosiddetta zona Polifunzionale.

E’ proprio questa una delle caratteristiche che più’ ci ha colpito e che rappresenta una delle peculiarità della Scuola divisa tra una prima zona ricca di storia come se ne trovano poche al mondo ed un’altra degna di un modernissimo campus universitario.

Tra l’altro la bellissima stanza del Comandante della Scuola una volta faceva parte delle aree dedicate al Museo della Regia Aeronautica (1926-1934) e ospitava al centro l’aereo di Ruffo di Calabria.

Fino al 2007 di fronte all’attuale ingresso della Scuola vi era la cosiddetta Zona Sirtori che ospitava moltissime cellule di velivoli per scopi didattici. Poi in base ad un accordo con il Comune di Caserta che aveva necessità di spazi per la cittadinanza, fu stipulato un accordo che ha portato alla restituzione di tale area alla citta’ (Parco Maria Carolina) e alla consegna all’Aeronautica Militare nel febbraio del 2010 della nuova zona Polifunzionale.

Questa zona è costituita da una moderna palazzina alloggi con oltre 370 stanze (2 posti letto per camera, bagno, doccia, scrivania di studio, impianto centralizzato di condizionamento dell’aria, telefono, tv, rete Lan), auditorium da 600 posti, infermeria, palestra, circolo e da tre padiglioni scientifici su due piani. Al piano terra sono ospitati i numerosissimi e attrezzatissimi laboratori e ai piani superiori le aule, moderne ed in gran parte multimediali.

Tutte le strutture della zona polifunzionale sono dotate di un efficiente impianto di riscaldamento e raffrescamento gestito da un centro di controllo posto all’interno della zona polifunzionale stessa.

Le aule, moderne e luminose, sono davvero numerose e soprattutto ben fornite di materiale didattico dal rivetto al motore completo RB 199 di Tornado. Alcuni materiali, come ad esempio il radar NASARR dell’F 104 possono a prima vista sembrare oramai obsoleti ma per i fini della Scuola sono perfetti. A Caserta vengono dati i fondamenti per poter operare nei vari settori di competenza lasciando ai reparti di destinazione finale il compito dei corsi specifici sulle apparecchiature piu’ moderne.

Abbiamo sale per i Corsi di aerotecnica, motori per aeromobili, strutture aeronautiche, armamento, radio, motori per autotrazione, elettronica, elettrotecnica e così via fino ad arrivare a quelle relative alle dotazioni di bordo, secumar, navigazione aerea ecc. senza tralasciare le officine di base dove gli allievi, spesso a digiuno di preparazione tecnica specifica, cominciano ad effettuare le prime operazioni con gli utensili meccanici.

Sono presenti, all’interno dell’aula di aerodinamica anche una piccola galleria del vento perfettamente funzionante ed una macchina collegata ad un generatore di fumo in grado di far comprendere agli allievi il comportamento della vena fluida intorno ad un profilo alare.

Il tutto tenuto in perfetta efficienza dal personale della scuola che ci ha colpito, oltre che per la preparazione per il grande entusiasmo.

La Scuola Specialisti è da sempre perfettamente integrata nel tessuto sociale cittadino. Tra l’altro vengono organizzati corsi per la Protezione Civile e il piazzale della Scuola viene utilizzato anche dagli elicotteri del 118 in occasione di trasporto di feriti gravi o di pazienti destinati con urgenza al reparto cardiologia dell’ospedale di Caserta, posto a poca distanza ma non fornito di piazzola di atterraggio.

Molto sentite dalla popolazione, oltre che dal personale che è passato per la Scuola nel corso degli anni, sono le Adunate dello Specialista, veri e propri raduni che riuniscono i sottufficiali di ogni parte d’Italia e di ogni eta’. Ne sono state celebrate tre e vengono ripetute a cadenza biennale in base anche alle disponibilita’ della Forza Armata.

Una prova dell’importante compito svolto a favore della comunità è testimoniato dall’assegnazione alla Scuola della Medaglia di Bronzo al Valor Civile per l’opera di soccorso prestata in occasione del sisma che ha colpito la Campania e la Basilicata nel 1980.

La “Flotta” della Scuola

Un capitolo a parte merita poi la raccolta, di velivoli presenti  per motivi didattici all’interno delle due strutture della Scuola. Una volta tra Capua e Caserta, grazie anche alla disponibilita’ di mezzi radiati e di zone per accoglierli erano presenti numerosissimi velivoli, dal Vampire al Sabre , dall,RF 84F al G 91 e cosi via. Oggi i velivoli conservati sono molti di meno ma non per questo meno interessanti.

Abbiamo  due Aermacchi MB 326, un Agusta Bell AB 47J, un AMX, un Aeritalia F 104S e due pezzi molto rari, il primo prototipo del Panavia Tornado e il primo Aermacchi MB 339A di serie consegnato all’Aeronautica Militare.

Il Col. Nicola Gigante è nato a Taranto il 5 gennaio del 1973, dove ha vissuto fino al conseguimento del diploma di maturità scientifica e si è poi arruolato presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, frequentata dal 1992 al 1996, con il Corso “Orione IV”.

Al termine del ciclo di studi accademici, è stato inviato negli Stati Uniti dove ha frequentato il corso di inglese presso la Midwestern State University di Wichita Falls Texas e successivamente il Joint Undergraduate Flying Training, scuola di volo presso la Naval Air Station di Pensacola in Florida con la Marina degli Stati Uniti ottenendo le Golden Wings presso la base di Meridian in Mississipi.

Nel 1997 è stato inviato in Inghilterra presso il 56° stormo della Royal Air Force di Coningsby per la transizione sul velivolo Tornado F3 e successivamente nel 1998 è stato assegnato al 36° stormo di Gioia del Colle – XII Gruppo Caccia Intercettori. Nel 2001 è stato trasferito in Accademia Aeronautica quale Ufficiale d’inquadramento. Dopo aver frequentato il corso normale da Capitano presso l’ISMA di Firenze, nel 2002 fa rientro al 36° Stormo – XII Gruppo Caccia Intercettori di Gioia del Colle dove consegue la qualifica d’istruttore di tattiche operative sul Tornado ADV. Dal settembre 2004 al 2008 è stato assegnato presso la Nato Early Warning Component di Geilenkirchen in Germania.

Nel settembre del 2008 ha fatto rientro in campo nazionale ed assegnato presso il Reparto Sperimentale Standardizzazione al Tiro Aereo di Decimomannu (CA). Da gennaio ad agosto 2009 è stato Capo Nucleo Pianificazioni Aeree presso la cellula nazionale interforze di Tampa (Florida) all’interno dell’United States Centcom. A giugno 2010 è stato trasferito nuovamente presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli dove assume l’incarico di Comandante del corso Ibis 5°. In questo periodo ha frequentato il 15° Corso superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI) presso il Centro Alti Studi della Difesa.

A settembre 2013 assume l’incarico di Capo Sezione Formazione Ufficiali in seno al 3° Ufficio del 1° Reparto dello Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare a Roma. Nel 2016 assume l’incarico di Capo del 3° Ufficio della Direzione per l’Impiego del Personale Militare dell’Aeronautica.

Dal 1° marzo 2018 è Comandante della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare. Il Col. Gigante è laureato in scienze politiche ed in scienze aeronautiche, ha conseguito 4 master universitari tra cui quello in gestione delle risorse umane ed ha recentemente frequentato lo Human Capital Resources Management Course presso la prestigiosa Naval Postgraduate School di Monterey in California.

E’ insignito delle seguenti onorificenze:

  • Medaglia di lunga navigazione aerea d’oro;
  • Medaglia lungo comando;
  • Croce commemorativa per le benemerenze acquisite con la partecipazione alle operazioni di concorso al mantenimento della sicurezza internazionale in Afghanistan;
  • Croce commemorativa per le benemerenze acquisite con la partecipazione alla missione di pace in Kosovo;
  • Croce d’oro per anzianità di servizio;
  • Medaglia Nato per le operazioni in ex Jugoslavia;
  • Medaglia Nato per le operazioni in Kosovo;
  • Distintivo bellico di specialità “Caccia Oro” per l’operazione Allied Force.

E’ cavaliere dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

Il Colonnello Gigante ha circa 2900 ore di volo sul velivolo Tornado e Awacs. E’ sposato con la Sig.ra Nancy Kessels ed ha due figli Luca ed Elisa.

La redazione di Sea Air Land desidera ringraziare lo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, il Comando Scuole di Bari, l’Ufficio Pubblica Informazione AM, il Comandante della Scuola Specialisti Col. Nicola Gigante, il Ten.Col. Raffaele Tartaglione, Il Maggiore Giuseppe Argenziano, il Maggiore Luciano Castiello, il I Luogotenente Renato Angelotti, il Luogotenente Mario Pucillo e tutto il personale della scuola per la splendida accoglienza e collaborazione.

About Guglielmo Guglielmi

Vive in provincia di Avellino dove lavora nel campo della comunicazione. È direttore e webmaster del sito. Da oltre 30 anni segue tutti i settori delle forze armate con un'attenzione particolare verso gli aeromobili per missioni speciali. Ha frequentato il corso di giornalismo aerospaziale. Collabora con riviste italiane ed estere ed è iscritto al GAVS Gruppo Amici Velivoli Storici. Segue con molto interesse tutto quello che è il patrimonio storico dell’Aeronautica Militare e sta concludendo una ricerca sui velivoli radiati in Campania. Usa materiali Nikon. Ha volato su Grob G 103 Twin Astir, T-208M, T260, P 180, C 27J, C 130J, KC-767A, C-2A, ATR-42MP, HH-212, TH-500B,UH 90A,CH 47D È stato in navigazione su Nave NUMANA, Nave MAESTRALE e CVN 69 USS EISENHOWER He lives in the province of Avellino where he works in the field of communication. He is director and webmaster of the site. For over 30 years, he has been covering all sectors of the armed forces with special attention to special mission aircrafts. He attended the aerospace journalism course. He collaborates with Italian and foreign magazines and is a member of the GAVS Gruppo Amici Velivoli Storici. He follows with great interest all that is the historical patrimony of the Italian Air Force and is finishing a research on the airplanes radiated in Campania. Use Nikon materials. It flew on Grob G 103 Twin Astir, T-208M, T260, P 180, C 27J, C 130J, KC-767A, C-2A, ATR-42MP, HH-212, TH-500B, UH 90A,CH 47D He has been embarked on NUMANA, MAESTRALE and CVN 69 USS EISENHOWER ships

Check Also

Comando Logistico – Il Centro Sperimentale Volo di Pratica di Mare

  Dopo le Frecce Tricolori, uno dei Reparti della nostra Aeronautica più conosciuti dal grande …

UA-113296760-1