Go to Top

Trapani: l’82° Centro C.S.A.R. e le Forze Armate Maltesi insieme per addestramento congiunto

Due equipaggi e un elicottero AW139 maltese si sono rischierati a Trapani per attività SAR in collaborazione con l’Aeronautica Militare

briefing-pre-volo

Nell’ambito del piano di cooperazione bilaterale fra Italia e Malta, promosso dalla Missione Militare Italiana a Malta, due equipaggi dell’Air Wing dell’AFM (Armed Force of Malta – Forze Armate Maltesi) hanno effettuato un’interessante attività addestrativa, dal 4 al 7 dicembre, con gli equipaggi dell’82° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue) di Trapani, volta alla condivisione delle rispettive esperienze e procedure impiegate in attività SAR (Search and Rescue – Ricerca e Soccorso).

elicottero-maltese-pronto-a-recuperareIl programma è stato intenso ed ha visto italiani e maltesi volare in equipaggi misti sui rispettivi elicotteri, anche l’AFM ha in dotazione un elicottero AW139 con allestimento SAR. Il programma è stato articolato in 5 sortite, con attività di recupero svolta principalmente su terra e in zone montagnose, sia diurne che notturne. Durante le missioni notturne gli equipaggi maltesi hanno avuto modo di apprezzare l’utilità ed il potenziale offerto dall’utilizzo degli NVGs (Night Vision Goggles – Visori Notturni) in attività SAR, così come loro dimostrato dagli equipaggi dell’82° Centro che abitualmente utilizzano tale ausilio per la loro attività di ricerca e soccorso.

L’attività congiunta è stata apprezzata da tutti gli equipaggi che vi hanno preso parte, nonchè dai vertici dell’Air Wing maltese, dal Comando della M.I.C.C.D. (Missione  Italiana di Collaborazione nel Campo della Difesa) e dall’Aeronautica Militare.

equipaggi-pronti-ad-una-missione-nvg

L’82° Centro è uno dei Reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando in qualsiasi condizione meteorologica. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato più di 7200 persone in pericolo di vita.

(fonte AM)