Go to Top

Anytime, Anywhere….Worlwide: C-FBKB 74 anni……ma non li dimostra! Anytime

Testo e foto di Carlo Tripodi

Segnalato da alcuni appassionati utilizzatori di Fligthradar24, il  18 febbraio non era passato inosservato un traffico aereo insolito, un DC-3C ( o meglio  BT-67-,  un  DC-3 con propulsione a turbine) che, proveniente da Bremen, si dirigeva a Sud sulla dorsale appenninica con una arrivo in località non disponibile. In serata  il Feeder di FR24  F-LIRN3 ha segnalato l’avvicinamento in discesa verso l’aeroporto di  Napoli Capodichino. Essendo in uso la pista 06, dopo pochi minuti, le luci ed un  rumore di motori insolito, mi passano sulla testa: è lui , il DC-3C della Kenn Borek Air.

34avanti

Il giorno dopo, una  volta saputo che il velivolo era parcheggiato presso la USN Facility di Napoli, faccio alcune telefonate, di cui due negli USA, e vengo autorizzato a fotografare il velivolo sia all’esterno che all’interno in una finestra temporale di 15 minuti. “Schizzo” a Capodichino  e in una bella luce pomeridiana, il bellissimo  velivolo mostra tutta il suo fascino sull’ ”APRON”  della base. Costruito 74 anni fa, rimotorizzato con due Pratt&Whitney PT 6-67R da 1424 HP  ciascuno, con una avionica avanzata, è ancora oggi una piattaforma stabile e affidabile, con un uso  finalizzato per trasporto e servizi specialmente in Artico ed Antartide.

DSCN1319

Ma che ci fa questo velivolo  a Napoli ed in una Base della US Navy? Il velivolo è stato noleggiato  dal Naval Oceanographic  Office ( NAVOCEANO) per una campagna di rilevamenti costieri ad alta risoluzione, presumibilmente in Golfo Persico. Un Comando subordinato del Nav. Ocean.Off. è il Fleet Survey Team dello Stannis Space Center  che è una unità di pronta risposta con capacità di condurre rilevamenti idrografici in qualsiasi  località , fornendo supporti cartografici di potenziali pericoli alla navigazione. Ovviamente NAVOCEANO fornisce dati oceanografici,ingegneristici, batimetrici e tutti quei dati che possono essere acquisiti con tecniche  di  telerilevamento utilizzando piattaforme satellitari, aeree, navali e boe.

Gallery44

Gallery45

A bordo del DC-3C visitato , al posto dei 18 passeggeri  decine di contenitori di strumenti, ricambi e accessori, tra cui…una bicicletta ed una scala, vi era  in particolare , il Coastal Zone Mapping and Imaging  LIDAR. Frutto di cinque anni di ricerche  costate 20 milioni di dollari questo strumento è in grado di fornire, contemporaneamente, immagini in 3D ad elevata risoluzione, della costa,batimetrici, topografici, ed immagini digitali e iperspettrali, spingendo la sua capacità di acquisizione dati fino alla profondità di 50 metri  in acque limpide.

DSCN1332

DSCN1333

I voli, fino ad 11 ore di durata, vengono eseguiti a bassa velocità ( 140 nodi) e alla quota di 400m . A questa quota il “pennello di scansione” sulla superficie è di 290 metri. Il giorno successivo alla mia visita, il velivolo è decollato alle 9:30 in direzione Vesuvio, Salerno, Brindisi, Corfu e l’ho seguito su FR24  fino al largo di Creta, dove è stato “oscurato”. Destinazione?  Forse  Bahrein.

DSCN1320

DSCN1331

DSCN1337

E’ necessaria una nota circa la Kenn Borek Air. Essa può essere riassunta in  ”il sogno realizzato di un uomo nato e cresciuto in una fattoria”. Il fondatore ha incominciato a lavorare con un trattore per pulire la sua fattoria per poi passare alle altre, passando poi allo logistica della produzione  dei campi di estrazione del petrolio. Apertasi l’era dell’esplorazione dell’Artide e dell’Antartide ha  attrezzato una sua compagnia aerea  specializzata per trasportare persone ( anche medevac) , strumenti ed altra logistica in queste estreme Regioni. La sua Flotta  è formata da numerosissimi Twin Otter, oltre a King Air  BE200 e Beechcraft BE02, e il   DC-3C che viene noleggiato da Enti di Ricerca civili e militari.

Un dovuto ringraziamento al personale della US Navy Facility di Napoli che ci ha permesso la visita e alla Kenn Borex Air Ltd per l’uso di due immagini.

DSCN1343

, ,